IT | EN

Annarita Colucci

Trucco per il teatro, Progettazione del costume teatrale, Movimento ed Interpretazione

Comincia nel 2001 la sua carriera con la compagnia teatrale Hermes teatro Laboratorio diretta da Emilio Andrisani, lavorando sulla ricerca teatrale legata alle tradizioni popolari della sua regione, la Basilicata, e sullo studio della tragedia antica. Con Hermes Teatro svolge uno stage di 8 mesi e riceve un attestato di qualifica professionale come attrice di prosa conferito dalla Regione Basilicata. Collabora alla registrazione ed incisione di due cd di musica popolare e approfondisce gli studi musicali suonando l'organetto.
Nel 2005 si trasferisce a Roma dove consegue il diploma di attrice e aiuto regista presso L’Accademia Internazionale di Teatro. Approfondisce la propria formazione lavorando con Emma Dante, Davide Iodice, Massimiliano Civica e nel 2011 con Ennio Coltorti.

Nel 2008 frequenta il FIT (Formazione insegnanti teatrali) presso l’Ass. Cult. Jobel di Roma
Nel 2010 vince il premio come migliore attrice e premio del pubblico al festival di monologhi "Grafie" presso la Sala Pintor di Roma. Dal 2010 lavora con la compagnia Ondadurtoteatro di Roma con gli spettacoli “Orlando Furioso”, “Aire”, “Felliniana”. Con la compagnia Ondadurto partecipa a diversi festival europei (Polonia, Germania, Austria, Cipro, Spagna).

Parallelamente porta avanti lo studio della progettazione e realizzazione dei Costumi Teatrali approfondendo l’utilizzo dei diversi materiali, tessuti e tecniche nella resa scenica presso il LabCostume di Roma, con Daniele Sulewic presso il Teatro Nowy di Poznan (Polonia), e lo studio del Trucco teatrale e cinematografico presso RomaeurAcademy.

Dal 2013 insegna Costume e Trucco teatrale presso l’A.I.T.

Nel 2012 partecipa ad un seminario internazionale di ricerca ad Istanbul con la compagnia Astragali di Lecce, diretta da Fabio Tolledi e prende parte allo spettacolo evento ad Istanbul su Uccelli di Aristofane, segue nello stesso anno il seminario sul Metodo Linklater diretto da Alessandro Fabrizi.

Parallelamente all’attività di attrice lavora come pedagoga teatrale per l’infanzia per Jobel Teatro e per le scuole Elementari Girolami, Raffaello Sanzio e presso il Centro Culturale Gabriella Ferri di Roma.
Nel 2011 si laurea in Lettere e Filosofia presso L’università di Roma La Sapienza ed inizia la sua collaborazione come insegnante di movimento e i nterpretazione presso la Accademia Internazionale di Teatro di Roma; frequenta la Palestra per l’attore con Giancarlo Sepe e studia tip tap con Cesare Vangeli presso il LIM.
Nell’aprile 2013 scrive e dirige lo spettacolo “Cùntami” selezionato al festival “All-in Dominio Pubblico” del teatro dell’Orologio di Roma, al Festival ET diretto da Massimiliano Bruno e al RIC festival promosso da ATCL Lazio. Entra a far parte del Centro Alta Formazione Teatrale di M. Bruno in qualità di borsista dove si diploma nel 2014.

Nel 2015 consegue la Laurea Magistrale presso la Facoltà di Lettere e Filosofia nel Corso “Spettacolo teatrale, cinematografico e digitale” e segue il laboratorio di drammaturgia e scrittura scenica con Maria Letizia Compatangelo.
Da ottobre 2013 coordina, organizza e dirige il progetto “Per fare il teatro che ho sognato” insieme al docente Guido Di Palma per l’Università di Roma LaSapienza e la Casa dei teatri. Nel 2017 le viene assegnata la cattedra per i laboratori pratici del Master in Teatro Sociale.
Nel giugno 2014 è aiuto-regista e interprete nello spettacolo “R&G Tutto questo è già successo”, regia di Simone Leonardi. Lavora come attrice negli spettacoli della Compagnia degli intonsi: “Suite per un teatro corto”, “La Mandragola” e “Il teatro comico”, diretti da Claudio Capecelatro.
Nel 2014 fonda, con Roberto Andolfi e Adriano Dossi Illoco Teatro iniziando un lavoro di ricerca sul linguaggio teatrale contemporaneo e sul movimento scenico. Per la compagnia Illoco teatro scrive e dirige gli spettacoli “Cùntami”, “Fantasia portami via”, “La versione di Shlomo” e “ Le voci” (presentato anche al Festival di Almada in Portogallo).

Nel 2016 e 2017 cura le residenze artistiche e le regie degli spettacoli “Le Supplici” e “I Persiani” per il Festival “La Boulé” presso il comune di Vallo della Lucania.

Nel 2017 segue il laboratorio “King Lear: Atelier di Creazione Teatrale” diretto da Alessandro Serra presso il Centro Teatrale Umbro e il laboratorio “Amore e Abbandono” diretto da Emma Dante a Roma. Partecipa inoltre al laboratorio “Il corpo racconta – Per una drammaturgia fisica” presso il Plateau di Teheran (Iran).

Sempre nel 2017 è assistente di Lilo Baur (Compagnia Les Boufes du Nord di Peter Brook) nel laboratorio teatrale sul comico e la farsa presso il Teatro di Villa Torlonia di Roma, a cura dell’Università La Sapienza.